Tagliatelle al pesto rosso


Tagliatelle all'uovoPartecipo all’iniziativa di lenny su ” Piatto di potere”
Io non ho in particolare un piatto di potere,un piatto preparato da me che abbia generato particolari reazioni verso qui l’ha gustato o che abbia cambiato la mia vita. Pero’ a pensarci bene……….
25 anni fà mio suocero e mia suocera ( Bon-père e Belle-mère in francese) e i loro due figli, aprono una piccola azienda di pasta fresca, tagliatelle e pasta ripiena in modo artigianale,portando sulle tavole di pochi parigini, all’epoca, il gusto della pasta fatta in casa. Mio marito ne é il gestore e sin dai primi anni vede con molto interesse che il mercato ne richiede sempre di più. La pasta ed in particolare le “Tagliatelle” sono molto apprezzate. Con il passare degli anni la piccola azienda deve , per continuare a stare sul mercato, essere sempre più performante e moderna pur rimanendo artigianale. Mio marito trova e cerca di realizzare il suo sogno , avere sempre più spazio e far conoscere più prodotti inserendo anche piatti cucinati con l’impronta italiana utilizzando prodotti esclusivamente italiani. Al mio arrivo in Francia, tra le difficoltà oggettive di comprendere tutto e tutti ed il bisogno di lavorare mi si offre la possibilità di un posto nell’azienda essendo spaventata de quelle enormi pentole e padelle e cucina perfetta e celle frigo dove ci si cammina dentro mi sento quasi subito a mio agio. Cucinare mi piace e mi appassiono sempre di più. Inizio a fare le tagliatelle con mio marito ( lui oramai esperto) e comincio a intervenire apportando qualche novità. La voglia di continuare e di andare avanti cresce cosiché mio marito si impegna ad un nuovo pregetto modernizzando e cambiando locali per poter lavorare meglio e dare più spazio ad altri podotti.

Dopo tante, tante e tantissime difficoltà che non sto ad elencare, mio marito con la sua caparbietà la sua intelligenza e passione sfrenata per questo lavoro riesce a creare la nostra piccola azienda. Grazie , dunque, alle tagliatelle che lui continua ancora oggi a fare di mano sua la nostra piccola azienda continua ad esistere, grazie alle tagliatelle oggi abbiamo aumentato la nostra produzione integrando nuovi prodotti e piatti cucinati mantenendo un lavoro artigianale che ci caratterizza, riuscendo a portare sulle tavole di qualche parigino in più, piatti dal gusto italiano;il sogno di mio marito.

Tutto sommato penso anche che la pasta é un piatto di potere, conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo ,cosi come la pizza, é in assoluto il riconoscimento dell’alta qualità del saper fare e della gastronomia italiana.

tagliatelle, pesto rosso e zucca

La ricetta:
250 gr. di tagliatelle all’uovo
1 peperoncino secco dolce
200 gr. di zucca (e si ancora della zucca)
1 cipolla bianca 1 spicchio d’aglio
un vasetto di pomodori pachino semisecchi.
Olio Evo

Preparate il pesto rosso mixando i pomodori pachino circa 200 gr. sgocciolandoli un po’ dal loro olio di conserva.

In una padella larga mettete un filino d’olio evo , la cipolla e l’aglio , il peperoncino e la zucca a pezzettini e fate rosolare lentamente, aggiungete un po di acqua della pasta che intanto avrete messo a bollire e lasciate ammorbidire la zucca ed il peperoncino. Per le nostre tagliatelle il tempo di cottura é di 15 minuti. Mettete le tagliatelle al dente nella larga padella e giratele bene nella salsina aggiungete alla fine il pesto rosso e un po’ di acqua di cottura della pasta se visembra troppo asciutta. Servite fumanti. Se preferite un pizzico di peperoncino piccante in tocco finale.

Tagliatelle,pesto rosso e zucca

Annunci