Spuma di yogurt alla vaniglia e sciroppo di acero con dedica


My creation

Per il brunch Estivo di Cuocapercaso e Coco’ uno yogurt speciale per questa speciale iniziativa.

Mangio molti yogurt, specialmente in estate, non compro quasi mai quelli aromatizzati o con i pezzetini di frutta, amo in preferenza quelli naturali, acidi, cremosi e aggiugere quello che più mi ispira il periodo…c’é stato un momento che mettevo della cannella, un’altro che aggiungevo solo del pepe nero macinato fresco e erba cipollina, poi naturalmente, la vaniglia, con qualche goccia di estratto, con polvere di mandorle o della confettura…insomma amo prepararmeli da me e quello che vi propongo é un’esempio. Ho cominciato a occuparmi di spuma…sono di moda i dessert spumosi, e per meglio riuscire la mousse, c’é un attrezzo utilissimo, il sifone per creme…non l’ho ancora comprato…l’ho intravisto, anzi, ben visto e squadrato da tutti i lati ma costa tantino…e per l’utilizzo, non frequente, anche per la quantità di mousse che si puo ottenere con pochissime dosi, l’ho lasciato sugli scaffali del negozio…guardandolo mentre mi allontanavo…(era com me mio marito…uh!!!) é che non c’é molto posto in casa e per il momento non vorrei prenderlo per riporlo in un angolo difficile da cercare poi quando mi serve, quando mi serve???Beh!!! in questa ricettina l’avrei di sicuro utilizzato ma, ho trovato la soluzione.

My creation

Un baccello di vaniglia

2 cucchiai di sciroppo d’acero

2 yogurt bulgari

un bianco d’uovo

Recuperare i grani della vaniglia con la punta di un coltello e mescolarli con lo sciroppo d’acero e i 2 yogurt. Montare il bianco d’uovo a neve ben ferma e mescolarlo delicatamente alla crema di yogurt. Riempire 4 bichierini o tazzine e lasciare in frigo coperti da un film trasparente per una mezzoretta prima di gustarli…anche con dei pezzetti di frutta.

Ed ora ecco la mia dedica…questo delicato “dessert” lo dedico ad Elena, Elena é lei…una carissima e gentilissima amica che mi segue in silenzio e con discrezione e che mi ha assegnato il premio “Brillante” quando invece sono proprio le sue creature che brillano. Ma non é tanto per questo premio che le dedico la mia riconoscenza é sopratutto per le sue parole citate sul suo blog “Gioielli di Donna“:Mariluna: Non avrebbe bisogno del mio premio…ne ha già ricevuti un sacco e più rinnomati del mio . In “Via delle rose” troverete molte delizie Non posso non nominarla,è una vera artista della cucina e nel presentare le sue opere d’arte di manicaretti!!
Grazie di cuore Elena ,il tuo modo di comunicarmi il premio mi ha commosso e toccato il cuore….
My creation

Annunci