Il dolce rientro con confettura di prugne al fior di sale alla vaniglia


Cappello e mele
Version française de la recette en bas

Il rientro a casa, dopo le vacanze é sempre uno sciok. La casa fredda, umida e odore  di chiuso é cio’ che respiriamo entrando. Spalancare le finestre é la prima cosa da fare, per fortuna che a Parigi abbiamo trovato il sole.

Disfare le valigie é il primo pensiero ma non la cosa che più mi fà premura per cui le apro solo per tirar fuori e sistemare i souvenir delle vacanze i profumi ed i sapori che ci hanno fatto compagnia per 15 giorni. 

 P1080750

Racchiusi in un sacchetto me li son portati via, cosi’ come le immagini di una regione ricca, profumata, colorata e indimenticabile.

Nella nostra  piccola casa di vacanze avevo a disposizione una graziosissima cucina di stile provenzale, luminosa che affacciandosi sul grande giardino ed il sole dritto negli occhi la voglia di preparare qualcosa di speciale non mi é mancata e mi son data da fare. 
Ulivo
C’erano nel giardino una notevole quantità di alberi  magnifici d’ulivo ,di mele rosse,di fichi ed di alberelli di prugne carichi di frutti piccolissimi e dolcissimi e le mattine mentre ci passavo, attraversandoli, per andare in piscina, mi “imbarazzava” vederne tanti per terra, a volte costretta anche a pestarli. Il proprietario del  residence, non faceva in tempo a raccoglierne per le sue confetture che tanti altri ne cadevano giu. Il mio interesse é stato tale da permettermi di domandargliene un po’ anche di quelli caduti dall’albero e lui gentilissimamente mi ha dato il permesso di prenderne quanto ne avrei voluto per tutto il periodo del nostro soggiorno. E cosi’ é stato. E che ci potevo fare se non  una buona confettura? 
Prugne
L’inconveniente pero’ é che nella cucina non c’era modo di pesare la frutta se non il classico metodo americano :delle grosse tazze da colazione, che ho poi verificato e pesandone frutta e zucchero, a casa. Ho usato per la prima volta  dello zucchero di canna per confetture con gelidificante naturale garantito senza conservanti al 100%,(un’acquisto distratto da parte di mio marito) e un cucchiaino di fior di sale alla vaniglia che fa parte  delle mie spezie e sali e aromi che infilo sempe nelle valigie di viaggio, insomma il solito tocco personale che ha conferito a questa confettura d’estate un gusto davvero molto speciale.

Confettura di prugne rosse fior di sale alla vaniglia

Confettura di prugne rosse al fior di sale alla vaniglia
per 2 vasetti:

  • 2 grandi tazze di piccole prugne (  600 g)
  • 1  grande tazza di zucchero di canna speciale confetture (  250 g) Béghin say
  • 1 cucchiaino di fior di sale alla vaniglia

Lavare bene le prugne e snocciolarle, mettere in una pentola a fondo spesso e versarmi lo zucchero, lasciarle macerare per un’ora circa.
Metterle a cuocere per circa 20 minuti, a fuoco dolce e schiumando subito dopo la prima ebbollizione. Aggiungere il sale alla vaniglia poco prima di spegnere il gas, mescolare e invasare subito in vasi sterile. Capovolgere e lasciar raffreddare completamente (metodo classico per conservare la confettura).

Version française

Confettura di prugne rosse fior di sale alla vaniglia

Confiture de prunes à la fleur de sel à la vanille
 Pour 2 pots

  • 2 bols de petites prunes (600 g)
  • 1 bol  de sucre spécial confitures au blod de canne (250 g)
  • 1 cuillère à café de  fleur de sel à la vanille

Laver les prunes dénoyautéez-les. Versez le prunes dans une casserole à fond épais et ajoutez le sucre,  mélangez.  Laissez-les tremper pendant une heure environ.Cuire le prunes sur feu doux environ 20 minutes en écumant ,si nécessaire après la  premier ébuillition. Ajouter le sel et la vanille juste avant de retirer le mélange, versez-la immédiatement dans des pots stériles. Inversez les pots et laissez refroidir complètement (selon la méthode traditionnelle afin de préserver la confiture).

Annunci