Risotto al succo d’arancia, con arancia candita, zucca e carote


Le arance di Sicilia

Il pallore dei nostri visi é segno di tanta fatica e di poca luce….

bé lo so lo ripeto tante volte che mi manca la luce ma manca molto anche ai miei figli che cominciano a dar segni di stanchezza anche nello studio, anzi sopratutto nello studio.
La sveglia al mattino é presto , il rientro a casa é tardi. A scuola fanno pausa due volte la giorno con la ricreazione ma molto spesso sono all’interno della scuola  se piove e fa troppo freddo, se  invece all’aria aperta, il cielo é quasi spesso coperto per cui il colore delle loro guance resta pallido ancora per molti mesi. La mancanza di luce puo’ provocare, disturbi all’organismo,  dare segni di stess, di mancanza di sonno ( mio figlio per esempio) con conseguente irritabilità, fatica e tristezza durante il giorno. Che fare?…dovremmo sottoporci a sedute di fitoterapia ma siamo tutti e troppo contaminati ci costerebbe davvero tanto , e con tutti gli impegni che abbiamo durante il giorno non avremmo neanche modo di “sederci” per assorbire la luminosità di una lampada. In attesa di  fare un trattamento di luce naturale e possibilmente sole e calore cerco di recuperare il colore alle guanciotte dei miei figli preparando delle pietanze  arancioni.
Risotto all'arancia, con carote,zucca e arancia candita
Risotto al succo d’arancia con arancia candita zucca e carote
300 g di riso Carnaroli
1 arancia biologica ( da utilizzare buccia e succo)
1/2 bicchierino di vino bianco secco
4 cucchiai di olio
50 g di burro
150 g di zucca tagliata a dadini
1 carota
3 bastoncini di arancia candita
1 l di brodo vegetale
sale
parmigiano
Preparate il brodo vegetale con carota,sedano e cipolla e tenetelo al caldo. Lavate bene l’arancia e grattugiate la buccia e ricavatene il succo che terrete da parte.Tagliate a dadini la carota, la zucca e i tre bastoncini di arancia candita. In una pentola a bordi alti  versate l’olio e aggiungete le verdure precedenti , facendole ben impregnare dell’olio, continuate per un minuto mescolando a fuoco basso. Mettete da parte tre terzi di questo soffritto. Versate ora il riso e la buccia dell’arancia grattugiata e fatelo tostare per qualche minuto. Appena i chicchi saranno lucidi versate il succo dell’arancia ed il vino. Fate evaporare e continuate ora la cottura del riso aggiungedo mano mano mestoli di brodo ( circa 15/20 min) a fiamma bassa. Poco prima di spegnere la fiamma aggiungete il resto delle verdure messe da parte, il burro per mantecare e servite. Se preferite cospargete di abbondante parmigiano.
Annunci