Mozzarella in carrozza, vintage food


Ho visto una bimba cadere giu’ dalla sua bicicletta, ancora troppo grande forse per lei, ancora troppo inesperta, ed il padre vicino, pronto ad  aiutarla a rialzarsi e lei come niente fosse con tutta l’energia e la voglia di riprendersi in fretta, via ancora di corsa….

Un ricordo molto lontano il mio, una passeggiata in bicicletta, anzi una corsa,, ero spericolata, adoravo fare la discesa  del piccolo ponte, senza mani, bambina testarda e con tanta voglia di libertà. Costretta a restare a casa  tutti i fine settimana ad accudire il fratellino più piccolo. Ma se avevo 5 minuti scappavo, lungo la stradina non asfaltata in cerca di compagne che già erano al sole.

Mi vien da sorride e mi intenerisce il ricordo mio da   piccola, alle ferite sulle ginocchia che non davo il tempo di rimarginare, quanto poco mi importava allora di quelle ferite, l’importante era volare, scappare, sfidare.

Questa merenda é legata a quei ricordi, ai pomeriggi di inizio estate al profumo del basilico e della mozzarella  fritta al rientro a casa dopo l’ennesima cadute.

Mozzarella in carrozza

Mi dava conforto e non ci pensavo più, mia mamma non ci faceva neppure più caso.

Ho voluto regalare questo soffice conforto ai miei figli che non avevano ancora assaporato, che con le belle giornate hanno voglia di libertà , di correre e sfidare la loro magnifica ingenuità.

Per visualizzare e stampare la ricetta clicca sulla foto

Advertisements