Una Pavlova tripla per Pasqua…quasi come Natale


Victoria's Pavlova
Che freddo e che cielo grigio lo scorso fine settimana pasquale!!!! Eppure siamo ad aprile cosa che dovrebbe farci pensare a temperature quasi estive, per svolazzare leggeri all’aria aperta come farfalle e correre nei prati a raccogliere margherite.

Bé l’aria ramantica cé ancora dentro di me ma tutto questo mio sognare non é stato possibile, abbiamo riacceso il nostro caminetto con la legna fresca comprata per  il barbecue e rimessi i maglioncini e le coperte di lana,  rintanati in casa  ci siamo guardati le foto di vacanze passate al sole  e a progettare le prossime.

Sissi, ci ripetiamo, dobbiamo adar via di qua se vogliamo vedere il sole, anche se ovunque il sole non c’é stato o meglio nelle zone a noi possibili da raggiungere!

Non ho comprato nemmeno un’uovo di cioccolato,  non siamo andati alla “chasse aux oeufs” organizzata da “Monsieur le Maire” – Sindaco del nostro piccolo comune;  Il campo sportivo era inondato dalla pioggia  ed i miei figli ormai  grandi per le uova kinder e le sorpresine da costruire. Ne hanno ricevuti giusto due dai nonni con sorprese ben più sorprendenti e consistenti ( fare un buchino sotto un bell’uovo di buona cioccolata ed infilarci una busta piccola piccola con dentro “la sorpresa”…idea da cogliere al balzo per l’anno prossimo ;-))

Ho fatto pero’ un buon dolce, dolce e colorato, a piani, bello  come se fosse un dolce di Natale o di compleanno, senza festeggiare nulla, con la buona frutta fresca , nel tardo pomeriggio pasquale, mentre il fuoco del camino ci scaldava, ce lo siamo mangiato tutto.

Annunci