Cannelés


Cannelés

Un po’ di stanchezza, pigrizia forse, mi ha tenuto lontana dal pc e da questo spazio, forse data anche dalla presenza dei miei genitori che hanno riempito la mia casa con le loro chiacchiere calabresi.

Il tempo passa velocemente e tante cose vorrei poter realizzare insieme a loro.

Il quaderno delle ricette di mia madre prende tutta la mia attenzione, leggo e  rileggo anche per decifrare le parole scritte a tratti in dialetto calabrese, ripasso e rivaluto idee che avevo scordato. Chissà …qualcosa di certo ho voglia di fare, ma più in là.

Cannelès

Sul tavolo ho riposto le mie cose, mi siedo e mi rilasso, tanto quanto rientro a casa é tutto pulito, già tutto previsto per la cena e  la mia mamma che mi “impone” il riposo. Ci sono anche  i dolcetti che preferisco gustare proprio in queste pause pomeridiane. Ho sempre avuto voglia di farmeli da me. Facili ma difficili da fare come gli originali, quelli che si vedono nelle belle vetrine delle caffetterie o nei bistrots dall’aria ancora antica nelle vie più popolari di Parigi.

Non so perché ma negli ultimi tempi amo le cose antiche, le cose semplici, la tradizione, il gusto della purezza.

La ricetta presa sul blog di Oxana,Pane & Miele tratta dal blog di Sandra, Un tocco di Zenzero

Clicca qui per visualizzare la versione stampabile

Annunci