Irish soda bread


Rapido da fare, non si impasta e non meno buono di una pagnotta di pane tradizionale. Mi piace molto la sua consistenza e mi piace molto poterlo mangiare solo dopo meno di un’ora, il tempo di preparare gli ingredienti di base e aggiungere , se si preferisce, un’aroma diverso ogni volta,  lo si puo’ gustare caldo caldo con della marmellata ( ottima quella di fragole )o anche con del formaggio stagionato, ma anche da solo, tanto é buono!!!


Irish soda bread
E’ l’ irish soda bread , pane popolare irlandese , in realtà il metodo di fabbricazione di questo pane é originario degli Stati Uniti d’America grazie alla pubblicazione di  ricette sulla panificazione economica nel primo libro di cucina americana di Amelia Simmons. (fonte Wikipedia)
 La particolarita di questo pane é il suo agente lievitante ,il bicarbonato di soda, importato in Europa intorno al 19° secolo, che mescolato con il latticello, fermenta fino a rendere le famose bollicine d’aria che danno all’impasto morbidezza e volume.

La prima volta che ho provato a fare un pane senza il lievito tradizionale é stata una grande sorpresa, lo amato subito.  Fatto con la farina di mais , si era rivelato leggerissimo e molto gustoso ,e in quella occasione non avevo a disposizione il latticello, ora invece, facilmente reperibile  ne faccio uso molto spesso, sostituendolo al latte  e allo yogurt nella classica ciambella o in atre preparazioni.

Il soda bread é  generalmente preparato con farina bianca, quella per dolci, ma anche con farina integrale ottenendo cosi’ il colore scuro ed un sapore più ristico.
Soda bread  al cacao

Due sono le versioni che voglio condividere con voi;  uno semplice con fiocchi d’avena e farina semi integrale e tanti semini che danno all’interno quella croccantezza prefetta insieme alla mollica morbida e poi un profumo ed gusto noccioloso, adatto ad essere servito con dei formaggi e dei salumi e ad accompagnarci in una giornata all’aria aperta per un pic nic. L’altro , non meno buono e forse più goloso ed attraente del primo, adatto alla prima colazione ,ho eliminato i semini ed aggiunto negli ingredienti di base,  del cacao. Comunque lascio a voi la scelta  ma poi é cosi’ facile e veloce farlo che potrete pensare di relizzarli tutte e due o anche  inventarne di nuovi secondo la vostra fantasia.

Il risultato sarà sempre perfetto, una crosta croccante, una mollica compatta ma molto morbida .

E’ comunque un pane che non si conserva per molto tempo…va bene se riuscite a  lasciarne un po’ , fino al giorno successivo.

E’ possibile congelarlo.

Prima versione

Per stampare e visualizzare il resto della ricetta clicca qui

Seconda versione:

Per visualizzare il seguito della ricetta e per stamparla clicca qui

Annunci