Pasta alla crema di burro di foglie di ravanelli (o rapanelli)


E’ domenica mattina, come sempre sono sveglia già da tempo. Il cielo é ritornato grigio, si ripete tutto come ogni anno.

Qui la bella stagione non dura, é sempre intercalata da grigiore, pioggia e temperature basse….poi d’improvviso splende il sole e scotta per pochi giorni, certe volte solo per poche ore.

Mentre l’odore del caffè invade la casa, i passi lenti di mio marito che ne è attirato, forse suo malgrado; avrebbe preferito rimanere a letto?

Ravanelli

La calma ed il silenzio della domenica ci piace approfittando di una colazione ricca, di qualche chiacchiera e di un programma per la giornata, cosi’, senza troppo impegno.

Decidiamo di lasciar dormire i figli e di andare al mercato, insieme.

Uno dei tanti piccoli mercatini poco più lontano dal nostro solito che ci é sembrato di vedere un giorno mentre eravamo di passaggio, in macchina, al rientro di una gita in campagna.

Un biglietto sul tavolo per avvertire i bimbi al loro risveglio, il cesto per le verdure e poi andiamo.

IMG_6968

Facciamo la solita strada che porta nella campagna della nostra regione, molto ricca di verde, di distese immense di fiori gialli( la colza) ormai maturi e pronti da raccogliere, di piante alte di barbabietole e di alberi……uno spettacolo rilassante della natura e dell’aiuto dell’uomo che la cura in modo da essere perfetta nella sua già perfezione.

Vi lascio immaginare, non ho con me la Canon, peccato !!! mi rammarico ogni volta di non pensare di prenderla con me, quando facciamo queste uscite “avventurose”.

I chilometri ci sembrano già troppi rispetto a quelli di quando avevamo notato quel mercatino, ci rendiamo conto di aver sbagliato strada o forse di non ricordarci più se era quella la direzione giusta. Ci perdiamo. Ci perdiamo in quel verde acceso, esteso fino all’orizzonte, una lunga strada sottile che perdura all’infinito e ci mettiamo a ridere, a ridere….il cesto vuoto e a ridere.

Pasta alla crema di burro di foglie di ravanelli

Meglio tornare indietro, i figli avranno fame é già ora di pranzo.

Per visualizzare e stampare la ricetta clicca QUI 🙂 e buon divertimento!

Advertisements