La pizza battuta di Mariarosa


Torta
Sfogliavo quel piccolo inserto con tanta voglia di trovarmi al posto di Mariarosa, con le mani impastate, il piccolo cagnolino che essiste curioso all’opera golosa ed il fragrante profumo del dolce appena sfornato.

Ma no….mia mamma era lei che ci pensava a fare quei dolci, anzi l’unico  che veniva fatto era la torta margherita a seguire poi la ciambella per chi aveva lo stampo col buco, io invece li volevo provare tutti.


3-Récemment mis à jour4

Son cresciuta custodendo  in un cassetto il libricino di Mariarosa  che conserva ancora il profumo della vaniglia, eppure quei dolci non li ho fatti tutti ma sono certa che molti di quelli che troviamo  pubblicati un po’ dappertutto provengono da questo piccolo inserto, con modifiche ed aggiornamenti, ogn’una ha messo qualcosa di suo partendo da quelle basi che c’hanno fatto sognare in tante e dare la voglia di salire sulla sedia e raggiugere il grande tavolo della cucina per impastare.

Per esempio non ho mai pensato di fare la Pizza Battuta , sarà che il nome non mi attraeva tanto.

1-IMG_3633

Ho scoperto cosi’ che dovrebbe essere un dolce tipico delle Marche e che viene fatto a Pasqua e che la vera ricetta non é quella del libricino anche se le basi sono le stesse tranne che per l’aggiunta del lievito chimico che al contrario non c’é nella ricetta originale e che viene “sbatutta” tanto per ottenere una torta alta e morbida…insomma una sorta di pan di spagna.

Siccome non siamo ancora a Pasqua, anche se manca poco, per ora  non ho fatto la ricetta originale ma ho realizzato quella di Mariarosa, comunque buona, sana e semplice e sopratutto sensa l’aggiunta della vanillina ingrediente troppo presente nel libricino e che io invece non uso mai nei miei dolci.

Buona serata e serena domanica e sopratutto….divertitevi!!!

1-Downloads6

Se hai il libricino puoi trovare la ricetta tale e quale se non hai il libricino puoi visualizzarla e stamparla CLICCANDO QUI 😉

Advertisements