Minestra con ceci, asparagi bianchi, finocchietto selvatico e limone confit


Minestra di finocchietto selvatico

La luce  é strana al mattino  cambia durante il giorno più volte, da grigia nelle prime ore, poche ore,   poi diventa azzurra  improvvisiamente , poi le nuvole allontanadosi aprono una grande finestra, lasciando vedere un cielo terso   e striature di aerei lontani, pochi istanti dopo ritornano da un’altra parte, sempre più grigie, tutto si oscura e  l’aria  é minacciosa di pioggia.

Poi esce il sole , forte, che scalda ed infine il  vento, agita le foglie degli alberi per far cadere il polline che sembra neve. Già, sembra neve.

Non so se ci sarà estate quest’anno, fin’ora da che é arrivato l’autunno non se ne andato più via.

L’autunno non mi dispiace con tutti i suoi colori dorati e l’aria che si rinfresca , se poi dura cosi a lungo comincia a stancare.

Tutte le stagioni hanno delle caratteristiche uniche e particolari che me le fanno apprezzare perfino desiderare.

minestra di finocchietto selvatico 2

Proprio come certi piatti che possono essere preparati solo in determinati periodi dell’anno, grazie alle stagioni che si susseguono e che permettono alla terra di dare i loro frutti, quelli spontanei, quelli che per caso ne trovi in grande quantità.

Raccogli quella che puoi e non vedi l’ora.

Amo, di certi piatti, preparare separatamente gli ingredienti  per poi unirli in un’unica armonia di singoli sapori che si completano e diventano complici nel gusto e nel’olfatto, nonché nella vista che delizia già solo al primo sguardo.

Finisco con questa minestra la pausa dei dolci, che nei periodi addietro soverchiavano su queste pagine, forse, in modo eccessivo da far desiderate tanto una fase di cibo salute, quanto meno  a casa mia. 🙂

 

minestra 3

Minestra di ceci

Per 4 persone

  • un mazzetto di asparagi bianchi
  • 1 mazzetto di finocchieto selvatico ( se siete fortunati a trovarlo altrimenti potrete sostituirlo con della catalogna anche se non é per nulla la stessa cosa)
  • 300/400 g di ceci già cotti
  • due spicchi d’aglio
  • una foglia di alloro
  • olio extra vergine d’oliva
  • 1/2 limone confit
  • sale e pepe in grani

 

La sera prima metti a bagno i ceci. Il giorno dopo fai cuocere i ceci in acqua fredda con una foglia di alloro ed uno spicchio d’aglio.

Metti a bollire abbondante acqua salata e, dopo averli lavati per bene con acqua fredda, fai sbollentare il mazzetto del finocchietto selvatico o la catalogna, per 5 minuti. Strizzali dall’eccesso di acqua ( non troppo) e metteli da parte.

Pulisci gli asparagi , mondandoli se non sono freschissimi, altrimenti togli solo le parti delle foglioline lungo lo stelo ed  elimina la parte più dura e legnosa del gambo. Lava ogni asparago sotto un  filino di acqua fredda per togliere eventuale terriccio e poi tagliali in due o tre trancetti.

In una padella antiaderente, versare dell’olio (4/5 cucchiai) e lo spicchio d’aglio intero. Lava il mezzo limone confit , per togliere parte del sale contenuto in esso ed aggiungilo, tagliato a fette, nella padella, Getta dentro gli asparagi e falli insaporire a fiamma dolce finché non diventano teneri, circa 5/8 minuti a secondo della loro grandezza.  Aggiungi poi il finocchietto selvatico ed i ceci con poca acqua di cottura, insaporisci le verdure tutte insieme, prova la sapidità ed eventualmente aggiungi sale, cospargi di pepe nero macinato al momento e servi cospargendo ancora di olio evo a crudo e parmigiano se gradisci.

Visualizza versione stampabile della ricetta

 

 

Annunci